Facebook Twitter
labourfair.com

Come Licenziare Il Tuo Capo Ed Essere Il Capo Di Te Stesso

Pubblicato il Novembre 9, 2021 da Thomas Lester

Se sei un dipendente, allora, queste cose ti verranno in mente a breve: fai un passo, ti ridimensiona o vai in pensione. Sono finiti i giorni in cui grandi prestazioni sul lavoro garantiscono la sicurezza del lavoro. In questi giorni, un computer, un software o una mano esperta di un'altra organizzazione o nazione potrebbero sostituirti.

Molte aziende sono sotto intensa pressione finanziaria. La compagnia per cui lavori si ridimensionerebbe in qualsiasi momento, forse qualcuno lo sta prendendo o si sta riorganizzando. Il metodo più semplice per le aziende per ridurre i costi è rimuovere gli esseri umani.

Come si assumi il suo lavoro e si assicura che quei buste paga arrivino? Se desideri proteggere e fortificare il tuo finanziamento, licenzia il tuo capo oggi ed essere il tuo capo.

Quando hai bambini piccoli o se sei giovane, il tuo futuro finanziario è abbastanza importante. Se sei vecchio, vorresti usare gli stipendi della previdenza sociale per addestrare i tuoi figli o finanziare la tua pensione?

Invece di rimanere un lavoratore, lavorando praticamente per tutta la vita, rassegna ora e inizia la tua azienda e diventa un CEO immediato. Possedere la tua organizzazione è un risultato da solo. E garantisce un reddito garantito e costante per la vita. Decenni fa, le ricchezze erano individui, in questi giorni, è aziendale. Le aziende generano i grandi soldi: Gates-Bill non è l'uomo più ricco, lo è Microsoft.

Sei sempre un lavoratore autonomo, lavorando da solo e sei sempre il CEO della tua vita, ma non l'hai mai completamente perseguita. Dovrai licenziare il tuo capo oggi ed essere il tuo capo. Tuttavia, essere il tuo capo è una lotta infernale e, con il passare del giorno, le sfide non vanno via, diventano più grandi. Inoltre, anche la ricompensa diventa più grande, quindi un CEO dovrebbe sviluppare l'abitudine di trasportare costantemente un coltello militare in modo che ogni volta che c'è un filo sciolto o cose rotte può risolverlo o se vede un dipendente in errore o un feroce concorrente, potrebbe pugnalarlo .